Collegio San Lorenzo da Brindisi

Cenni storici (1908 - 2014)

 

 

"Nel 1908 si svolse a Roma il capitolo generale dei cappucini. Il 17 maggio, il cardinale Antonio Agliardi, protettore dell'Ordine, a nome del sommo pontefice Pio X, tra le altre, diede anche questa disposizione: "I nuovi superiori generali, senza indugio, erigano a Roma un collegio serafico internazionale, per la formazione superiore di studiosi scelti dell'Ordine, preparando per detto collegio anche uno statuto che riguardi la vita religiosa e gli studi".

Fu dunque per intervento diretto del sommo pontefice che il capitolo generale con il tacito consenso dei partecipanti, decretò l'erezione del collegio.

Il definitorio generale, nella riunione del 16 luglio 1908, dispose di utilizzare, mancando un luogo più adatto, i locali del collegio S.Fedele per le missioni dei cappuccini, situati nei pressi della chiesa dei Santi Quattro Coronati a Roma. L'erezione del collegio fu comunicata all'Ordine con il decreto del 12 ottobre 1908. Il 26 ottobre di quello stesso anno il collegio fu solennemente inaugurato. Il ministro generale p. Serafico da Seggiano illustrò lo scopo e l'importanza del collegio e promulgò le norme riguardanti la disciplina e lo studio.

La sede del collegio serafico presso la chiesa dei Quattro Coronati era del tutto inadeguata; per cui il definitorio generale, il 3 luglio 1909, stabilì che si doveva costruire un nuovo collegio, adiacente alla curia generale in via Boncompagni. A questo scopo fu costruito inizialmente un quarto piano sopra la già esistente casa della curia. Il 13 marzo 1910 fu solennemente benedetta la prima pietra e il 1 novembre 1911 fu inaugurata la nuova sede del collegio.

 

L'edificio del collegio conservò le stesse dimensioni dal 1911 al 1939. In quell'anno l'edificio, che ospitava sia ll collegio che la curia generale, fu ampliato con la costruzione di una nuova ala di tre piani in via Boncompagni e a  lato di via Romagna.

 

Infine il 9 aprile 1953 la curia generale si trasferì da via Boncompagni nella nuova sede in via Piemonte-via Sardegna, e la precedente sede della curia fu adibita per le tre famiglie del collegio, dell'istituto storico e dell'ospizio.

 

Il 28-29 maggio 1958, alla presenza di quasi tutti i partecipanti del capitolo generale, il ministro generale Benigno da Sant'Ilario Milanese presiedette i solenni festeggiamenti per il 50° del collegio.

 

Il 12 gennaio 1962 il ministro generale Clemente da Milwaukee e il definitorio generale, a scrutinio segreto, decisero di accettare un fondo di 30 ettari, chiamato "La Pisana", per costruirvi il nuovo collegio internazionale.

 

Il 7 luglio 1964 il ministro generale Clementino da Vlissingen con lettera circolare comunicò all'Ordine l'istituzione di una commissione che realizzasse la decisione, presa dal definitorio generale precedente, di costruire  il nuovo collegio.

 

1l 27 luglio 1967, festa di San Lorenzo da Brindisi, il ministro generale Clementino da Vlissingen benedisse e pose la prima pietra della chiesa del nuovo collegio: la chiesa veniva dedicata a San Lorenzo e anche il collegio assumeva questo nome.

 

L'8 luglio 1968 il collegio si trasferiva da via Sicilia 159 alla nuova sede sul Grande Raccordo Anulare. E' qui che fu celebrato dal 19 agosto al 25 ottobre 1968 il capitolo generale speciale. La maggior parte degli studenti entrò nel nuovo collegio nei giorni 29 e 30 ottobre.

 

 il collegio in via Boncompagni - via Sicilia

Nel 1960 nasce il periodico "Laurentianum", commentari trimestrali editi a cura dei professori del collegio.

Per integrare la formazione accademica dei nostri studenti, fino al 1968 si svolgevano in collegio delle "scuole interne" e si davano dei corsi speciali di teologia e filosofia francescana, di diritto religioso e nostro in particolare, di storia e missiologia dell'Ordine e di spiritualità francescana.

Nel 1969 viene fondato dai nostri frati l'Istituto Francescano di Spiritualità (IFS) presso il pontificio ateneo Antonianum dei frati minori. 

In quegli anni si tennero frequentemente in collegio dei corsi di formazione permanente per frati di ogni parte del mondo e molti raduni internazionali dell'Ordine. 

 Il 24 giugno 1984 il sommo pontefice Giovanni Paolo II visitò il nostro collegio, presiedendo la S.Messa nella cripta. Al termine della concelebrazione si intrattenne con i frati, le suore e i fedeli e prese poi parte fraternamente ad un rinfresco nel refettorio. Prima di far ritorno in Vaticano fece anche una breve visita alla biblioteca centrale dell'Ordine, situata nei locali del collegio.
Negli anni 2000-2006 ampi lavori di ristrutturazione si resero necessari. Negli anni 2010 si intrapresero anche i lavori di consolidamento del tetto della chiesa e di ridimensionamento del suo spazio interno. La chiesa poté così essere consacrata il 25 marzo 2012 da mons. John Corriveau, ministro generale dell'Ordine dal 1994 al 2006. 
 
Le finalità del collegio sono definite anche nelle nuove Costituzioni Cappuccine del 2013, che ne  parlano nel capitolo sulla formazione: "Per favorire lo spirito di fraternità in tutto l'Ordine, per perfezionare la formazione e promuovere la cultura francescana si raccomanda il nostro Collegio internazionale di Roma (43,7). 
Il collegio S.Lorenzo offre condizioni privilegiate per la promozione della cultura francescana, poiché qui è possibile trovare non solo frati esperti in storia e spiritualità francescana, ma anche la biblioteca centrale dell'Ordine e il Museo francescano-cappuccino; da Roma inoltre si possono facilmente visitare anche i luoghi francescani. 
   

(Il testo riprende in gran parte l'excursus storico scritto dal rettore p. Viktrizius Veith

ad introduzione dell'annuario accademico 1986-87, integrato dalle notizie degli anni seguenti).